Papanasi - 5 piatti da non perdere nel vostro viaggio in Transilvania

[cmsms_row][cmsms_column data_width=”1/1″][cmsms_text]

Transilvania – 5 piatti rumeni da non perdersi nella terra di Dracula

[/cmsms_text][cmsms_text animation_delay=”0″]

Il cibo rumeno

Paese che vai, cibo che trovi!

Come si mangia nella terra dei vampiri? Io direi benissimo! Ma… ricordatevi che durante il viaggio in Romania dovrete cancellare la parola “leggerezza” dal vostro vocabolario. Se stavate cercando un posto in cui il colesterolo potesse andare a nozze, siete nel paese giusto.

Vi faccio un breve elenco dei piatti che non dovreste assolutamente perdervi:

 

[/cmsms_text][cmsms_text animation_delay=”0″]

Ciorba.

In Italia c’è la pasta, in Romania c’è la Ciorba. Se l’italiano non vive senza la pasta, il rumeno non concepisce la sua esistenza senza la ciorba, un piatto caldo (anzi, bollente) tanto amato in estate e soprattutto in inverno . Per raccontarla bene, si è quasi convinti che la ciorba sia un elisir della lunga vita e che non mangiarla farebbe proprio male alla salute (parola di mia nonna!).
La ciorba non è altro che una zuppa prevalentemente con carne e verdura: ciorba de pui (con il pollo), ciorba de vacuta (con il manzo), ciorba de burta (la mia preferita, con la trippa :-P), ciorba de legume (a base di solo verdura), ciorba de fasole (buonissima, con fagioli e volendo la carne affumicata)
A voi la scelta!

 

Sarmale cu mamaliguta

(ASSOLUTAMENTE UN MUST!) Sono gli involtini patrimonio Unesco della Romania (magari!) Orgoglio nazionale e piatto tipico delle feste, lo si trova in quasi tutti i ristoranti: sono degli involtini di verza con dentro carne e riso. Vanno mangiati con polenta e panna acida ma sono buoni anche con pane e senza panna 😍

Fasole in paine o Fasole cu ciolan.

Non perchè amo i fagioli ma questo piatto non può non farvi innamorare! Fagioli cotti a lungo con una sorte di zampone affumicato… serviti nel pane oppure al piatto (Fasole cu ciolan)… sempre roba leggerina eh! 😍

Bulz cu mamaliga si branza de burduf.

Ragazzi, non perchè sono quasi le 2 di notte ma ho già iniziato a sognare! Immaginate il formaggio più filante e grasso che ci sia e mettetelo dentro la polenta appena fatta poi accendete il forno e fatte arrostire il tutto. No, non c’è nutrizionista che non vi fucilerebbe ma questo è DAVVERO UN PIATTO DA PROVARE ad occhi chiusi!

Papanasi cu smantana si dulceata.

E con questo ho chiuso il giro perchè giuro che svengo. La regina delle leccornie, due frittellone bollenti alla ricotta addobate di tanto di confettura ai frutti di bosco (solitamente home made) e panna. La ricetta della felicità esiste, volete farne a meno?! 🌟

Non sono aggiornatissima sui posti dove mangiare però vi dico che in Romania non c’è un vero orario di apertura della cucina, praticamente sarà possibile ordinare dalla mattina alla sera tutto quello che volete. Solitamente il servizio chiude per le ore 22.00. I prezzi in confronto all’Italia sono davvero stracciati, un pasto bello abbondante può variare tra 5 e 10/12 euro. I camerieri percepiscono sempre una mancia pari al 10/15% (ricordiamo che gli stipendi sono molto bassi quindi il loro guadagno nasce da li)

Ci sarebbero due ristoranti a Brasov che so che cucinano divinamente e che dovete assolutamente provare:

[/cmsms_text][cmsms_text animation_delay=”0″]

Consigli pratici per il vostro viaggio in Transilvania

Click here to change this text

Il cambio: come sempre vale la regola del cambio in città. Non appena arrivati in aeroporto potete fare subito bancomat, la soluzione più onesta che applica il tasso di cambio ufficiale. Il bancomat si trova all’interno dell’aeroporto sul lato destro appena usciti dalla zona protetta (camminate cca 100m).
Durante il viaggio cambiate sempre in banca in quanto più conveniente. Inoltre le banche sono spesso dotate di macchinete che cambiano i soldi anche negli orari di chiusura.

I taxi: non abbiate paura ad usare i taxi se ne avrete bisogno. I costi sono molto, molto bassi rispetto all’Italia. Attenzione però ai taxi in nero! Per evitarli dovete fare una comanda o farveli chiamare da qualcuno dell’hotel/ristorante, ecc. Se da Bucarest Aeroporto dovete prendere un taxi che vi porti in città usate le macchinete per fare l’ordine. Il costo può essere fino a 5 volte più basso rispetto a quello di un taxi preso di fuori. Le compagnie più conosciute a Bucarest sono: Meridian, Speed Taxi, Pelicanul.

Sicurezza: Nonostante girino strane voci, la Romania è un paese sicuro. Ma resta sempre un paese che ha i suoi problemi quindi ATTENZIONE ai borseggiatori, ci stanno un po’ dappertutto. Per il resto andate tranquilli!

Una curiosità: l’ultima volta che ho fatto un viaggio in Transilvania con un amico italiano ho notato il suo stupore nel vedere sempre della gente ad aspettare sul bordo della strada. No, non aspettano l’autobus o il treno nel posto sbagliato ma qualche gentile conducente che darà a loro un passaggio fino alla cittadina più vicina. Si, l’autostop è molto praticato in Romania con la differenza che va sempre pagata una piccola somma di denaro in cambio del favore. Se volete comportarvi da veri locals, quindi dare un passaggio alle persone che lo chiedono, sentitevi liberi di farlo  😉

Per ora è tutto!

VACANTA PLACUTA!!!

[/cmsms_text][/cmsms_column][/cmsms_row]

2 thoughts on “5 piatti da non perdere nel vostro viaggio in Transilvania”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *