Viaggio in Islanda – 10 cose che devi sapere

Viaggio in Islanda – 10 cose che devi sapere

Quando mi hanno chiesto di descrivere l’Islanda in 3 parole, mi sono venute in mente: ghiaccio, fuoco e… portafoglio!

Quindi parliamone, come va affrontata l’organizzazione di un viaggio in uno dei posti più cari al mondo?
Premessa: si, è vero che viaggiare in Islanda è estremamente costoso ma con una buona organizzazione riuscirete a risparmiare dei bei soldini. E la bellezza rara di questo paese vi farà sentire più appagati che mai! <3
Vi parlerò della mia esperienza che si basa su un viaggio di gruppo con Vagabondo Viaggi assieme ad altre 11 persone. Dal 19 al 26 maggio 2018, giro completo dell’isola. Non ero mai stata in Islanda quindi ho cercato di ricavare le informazioni necessarie per poter tornare tutti sani e salvi (e possibilmente anche un po’ contenti!) e devo dire che i consigli di chi c’è stato sono stati estremamente preziosi. Vi parlerò quindi della nostra esperienza condivisa.
Nota: L’Islanda è un paese sicurissimo e adatto anche a chi viaggia in solitaria. So che muoversi senza un mezzo proprio è abbastanza difficoltoso ma non avendo l’esperienza diretta non entro nei dettagli. Di certo condividere il viaggio vi farà risparmiare dei bei soldini e soprattutto vi permetterà di organizzarvi con più facilità.

COSA SAPERE?

1. Quando andare in Islanda

Islanda si può visitare tutto l’anno e secondo me andrebbe vista durante entrambe le stagioni. L’inverno spesso viene associato all’avvistamento dell’Aurora Boreale (anche se c’è tanto altro da vedere) mentre l’estate lascia spazio a tutte le meraviglie naturali del paese, laddove nella stagione fredda è molto difficile o impossibile arrivare. In inverno ci sono poche ore di luce (ma abbastanza per vivere dei paesaggi unici e scattare delle foto incredibili), mentre in estate non fa quasi mai buio!
Siccome la mia esperienza riguarda la stagione estiva, vi parlerò dell’estate.
Inutile dire che il migliore periodo per il clima e per la viabilità delle strade, in particolare delle F roads (strade non asfaltate percorribili solo con il 4×4) sarebbe luglio-agosto. In questi mesi però i costi dei servizi sono al massimo della potenza… sapevatelo! 🙂
In realtà, se volete fare la Ring Road in piena tranquillità, il periodo consigliato inizierebbe già da maggio. Vi dirò di più, il mese di maggio è considerato il mese con meno precipitazioni in assoluto. A noi ci è andata molto bene, probabilmente perché nelle prime due giornate abbiamo preso tutta l’acqua riservata per l’intero mese. Paaaaura!!
Maggio è un ottimo mese anche perché le giornate sono lunghissime e non fa mai buio prima delle 23.00.
Mi sentirei di consigliare anche settembre ma non avendo avuto l’esperienza diretta, vi farei cercare qualche info in più.

2. Voli low cost per l’Islanda

Siamo in Europa ma i voli dall’Italia non sono economici come per la gran parte degli altri paesi. Se tra le vostre ricerche non è comparsa una soluzione convincente, ci sarebbe anche una seconda opzione: prendere due voli separati con scalo a Londra. Perché a Londra? Perche da qui i voli per Reykjavik costano davvero pochissimo! Quindi armatevi di pazienza, calcolate bene gli orari e vedrete che riuscirete a tirare fuori una soluzione davvero low cost per arrivare in Islanda.
Esempio di volo:
Milano Bergamo – Londra Stansted (Ryanair)
Londra Stansted – Reykjavik Keflavik (WowAir, IcelandAir, Easyjet)
Per la ricerca vi consiglio il sacrosanto SkyScanner
Attenzione: questa è una scelta abbastanza rischiosa, facendo due prenotazioni diverse non sarete protetti dalle compagnie in caso di ritardo o perdita del bagaglio. Lasciamola come ultima pista 😉

3. Macchina a noleggio

PRENOTARE IN ANTICIPO. FONDAMENTALE.
Macchina a nolo
Se volete girare l’Islanda in piena tranquillità dovete per forza prendere un’auto a noleggio. Sia la macchina a noleggio che le strutture costano meno se prenotate con molto anticipo, direi almeno 3-4 mesi prima.
Per noleggiare la macchina serve avere più di 23 anni ed essere in possesso di una carta di credito con numeri in rilievo. A questo link potete leggere tutto sul noleggio e ottenere anche uno sconto del 7% grazie all’iniziativa di Spiccando il volo, un blog che vi consiglio di seguire.
L’ideale sarebbe essere in almeno 4 persone per dividere il costo del noleggio e della benzina.

4. Pernottamenti

Eh si, dormire in Islanda metterà un po’ a prova il vostro portafoglio. Generalmente in bassa stagione le strutture non costano mai meno di 40 euro a letto se prenotate in anticipo (altrimenti potrebbero costare molto di più!). Per fortuna quasi tutte sono dotate di cucina quindi si potrà risparmiare sul cibo. Booking.com va benissimo per prenotare.
Accedendo da questo link riceverete uno sconto di 15 euro sulla prima prenotazione.
La seconda opzione sarebbe noleggiare un camper. Girare l’Islanda in camper è diventato il mio nuovo sogno e penso sia una figata pazzesca! Mi hanno segnalato questa compagnia come una delle più economiche, buttateci un occhio 😉
Kuku Campers Iceland

5. Itinerario e attività in loco

Programmate bene le tappe e assicuratevi di avere abbastanza tempo. E’ possibile fare il giro dell’isola in una settimana anche se consiglierei almeno 9-10 giorni per godersi i posti.
Il nostro viaggio è durato 8 giorni, dal 19 al 26 maggio. Fattibile però mooolto intenso!
Ecco qua le nostre tappe:
GIORNO 1: ITALIA – REYKJAVIK
GIORNO 2: REYKJAVIK – VIK
GIORNO 3: VIK – SKAFTAFELL – DJUPIVOGUR
GIORNO 4: DJUPIVOGUR – SEIDISFJORDUR – MYVATN
GIORNO 5: MYVATN – DETTIFOSS – HUSAVIK – AKUREYRI
GIORNO 6: AKUREYRI – GRUNDARFJOURDUR
GIORNO 7: GRUNDARFJOURDUR – REYKJAVIK
GIORNO 8: REYKJAVIK – ITALIA

 Attività in loco

Quello che ho amato dell’Islanda è che la natura non si paga. Non vi sono parchi o punti d’interesse a pagamento a parte qualche attrazione gestita da privati (es. il lago Kerid).
Vi sono però alcune attività organizzate che consiglio vivamente.  Questo è quello che noi abbiamo fatto in loco :
 – Avvistamento balene a Husavik. Imperdibile, soprattutto se lo si fa per la prima volta! Costo ISK 10.400 (85 euro)
Info: https://www.gentlegiants.is/tours-and-bookings/gg1-whale-watching
– Terme. Laguna Blu. Iper Turistica e sconsigliata da molti. Nonostante ciò resta una delle icone dell’Islanda è trovo più che giusto convincersi con i propri occhi se merita o no. Secondo me non andrebbe persa. Consiglio di andare verso sera , tipo alle 19 – costa meno e verso l’ora di cena molti se ne andranno. PRENOTARE IN ANTICIPO!
Costo: ISK 9990 (81 euro, compreso telo, un drink e maschera per il viso)
Info: https://www.bluelagoon.com/
Se invece viaggerete nei pressi del lago Myvatn vi consiglio di provare le “sorelle più piccole” di Blue Lagoon, le Myvatn Nature Baths, bellissime al tramonto! Non serve prenotare in anticipo.
– Escursione sul ghiacciaio. Bella! Se non avete mai camminato su un ghiacciaio, a Skaftafell la dovete assolutamente fare!
A partire da ISK 10.900
Info:
https://www.mountainguides.is/day-tours/glacier-walks/from-skaftafell/
https://www.glacierguides.is/day-tours
Le escursioni sono state prenotate dall’Italia per una questione di sicurezza. A parte la Blue Lagoon potete tranquillamente prenotare in loco.

6. Mangiare

Ho sentito tante persone che consigliano portare del cibo dall’Italia. Devo dire che sono partita abbastanza preoccupata e non sapevo bene cosa aspettarmi. Mi era chiarissimo che i ristoranti sarebbero costati una follia ma non avevo capito bene il costo del cibo ai supermercati.
CONSIGLIO PERSONALE: non ne vale la pena portare del cibo dato che nei supermercati islandesi si trova di tutto ed i prezzi sono poco più alti rispetto a quelli italiani. Se sceglierete le catene più economiche (Bonus in particolare) riuscirete a risparmiare tantissimo cucinando negli ostelli/guesthouses. Fate sempre la spesa per colazione, pranzo (panino) e cena (pasta che si trova in loco, pesce, zuppe, ecc) e concedetevi una cena ogni tanto nei ristorantini locali più economici dove potrete spendere anche meno di 25 euro e si mangia benissimo (non ho considerato la birra che normalmente costa almeno 6-7 euro). In Islanda i Fish and Chips sono buonissimi e anche le zuppe!
Info supermercati:
Economici: Bonus, Kronan, Netto
Cari: (evitateli!): VIDIR, 1011
A questo link troverete tutte le info sui supermercati e anche un’utile mappa dettagliata su dove trovarli:
https://guidetoiceland.is/travel-info/shopping-for-groceries-in-iceland
MAPPA:
https://www.google.com/maps/d/u/0/viewer?mid=1lG9Wu3ZiV3AWBaJTklnj4fDjHK4&ll=64.84439958851132%2C-18.47634329999994&z=6

7. Cambio valuta

Non serve portarsi tanti contanti dall’Italia, la soluzione più comoda e conveniente sarebbe pagare direttamente con la carta. Per il prelievo è prevista una fee quindi non è il massimo della convenienza. In Islanda il denaro in contante circola molto poco e le carte di credito/debito vengono utilizzate anche per piccole transazioni (pure per un caffè!). Dopo qualche disavventura causata da carte non funzionanti consiglio sempre di avere un po’ di euro da cambiare in banca in caso ci fossero dei problemi.
Assicuratevi in banca che le vostre carte siano abilitate all’estero. Per la carta di credito viene richiesto il PIN a 4 cifre. Ricordate di esserne in procurarvelo. 😊

8. Siti internet utili

Ci sono alcuni siti di cui non dovreste farne a meno, vi segnalo i più importanti:
www.safetravel.isviaggiare in sicurezza
www.vedur.isufficio meteorologico islandese – potete verificare le condizioni meteo aggiornate (per la mia poca esperienza posso dirvi che il meteo in Islanda fa un po’ come gli pare, cambiando cosi spesso è molto difficile che le previsioni azzecchino. Ma in ogni caso penso sia utile buttare un occhio ogni tanto.)
www.road.is – situazione aggiornata delle strade (ogni giorno vengono segnalate le strade chiuse, utilissimo! Ricordate di controllarlo dopo le 7 del mattino in base al vostro itinerario, ogni giorno)
Amici dell’Islanda  – un gruppo Facebook che si merita una posizione speciale, probabilmente uno degli strumenti più utili per la preparazione del viaggio. Usate lo strumento Cerca per risalire agli argomenti che v’interessano oppure chiedete e vi sarà risposto da chi dell’Islanda ha fatto una passione. Ancora un grazie a tutti per il supporto dato!
Visit Iceland – ente del turismo islandese, info ben strutturate, da usare.

9. Ore di luce in Islanda

Le ore di luce sono una componente base del viaggio, più ne avrete a disposizone, più cose riuscirete a vedere. Consiglio di visitare delle attrazioni anche la sera tardi quando ormai c’è pochissima gente in giro ma la luce è ancora tanta.
Orari indicativi in cui sorge e tramonta il sole:
1 gennaio
11:19 AM
3:44 PM
1 febbraio
9:55 AM
5:16 PM
1 marzo
8:21 AM
6:459 PM
1 aprile
6:42 AM
8:23 PM
1 maggio
5:00 AM
9:52 PM
1 giugno
3:15 AM
11:39 PM
1 luglio
3.06 AM
11:56 PM
1 agosto
4:35 AM
10:31 PM
1 settembre
6:16 AM
8:36 PM
1 ottobre
7:37 AM
6:56 PM
1 novembre
9:24 AM
4:57 PM
1 dicembre
10:46 AM
3:47 PM

 

10. Guidare in Islanda

Guidare è bellissimo, emozionante, appagante. Anche se le distanze saranno lunghe, non ne sentirete la pesantezza.
Limite di velocità:
Aree urbane 50km/h
Strade non asfaltate: 80km/h
Strade asfaltate: 90km/h
Patente di guida: italiana
I distributori si trovano in tutti i paesini ma attenzione: quasi ovunque si paga solo con la carta. Solo una volta abbiamo avuto la possibilità di essere serviti e di pagare in contanti, a Reykjavik.
DI SOLITO FUNZIONA CHE ALL’INTERNO DEL CHIOSCHETTO DEL DISTRIBUTORE SI ACQUISTA UNA CARTA CON DEL CREDITO PER LA BENZINA E SI FA SELF SERVICE.
Il valore è di 3000, 5000 o 10.000 ISK. Per comprarle dovete però trovare il benzinaio aperto.
CONSIGLIO VIVAMENTE DI PORTARVI UNA CARTA DI CREDITO O UNA PREPAGATA. SE NON BECCATE IL DISTRIBUTORE aperto DOVRETE PER FORZA USARE LA CARTA! Consiglio di caricare una poste pay per le emergenze.
IMPORTANTE SUL CAMPO: Ricordare di fare attenzione alle tempeste di vento che possono provocare danni (non coperti dall’assicurazione) alla portiera. La portiera va sempre accompagnata quando si scende dalla macchina. SEMPRE!
AH… i 10 punti sono finiti perà ci sarebbe anche l’undicesimo:

11. Telefonare/Internet

Non sono previste spese aggiuntive per l’uso del cellulare/internet. Dal 15 giugno 2017 anche in Islanda il roaming è libero.
NUMERI DI TELEFONO UTILI IN LOCO:
Emergenze: 112
Polizia: 444 1000
Assistenza medica: 1770
Informazioni: 1818

Per ora è tutto, a breve vi dirò COSA METTERE IN VALIGIA!

…se avete altre domande non esitate a scrivermi nei commenti!

E se avete trovato utile questo articolo… condividete 😉

PS: dopo aver scritto l’articolo ho avuto il piacere di confrontarmi con Maurizio, l’amministratore del gruppo Amici dell’Islanda che mi ha aiutato a completarlo con i suoi preziosi consigli. Grazie ancora per il supporto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sara pubblicato