Islanda Low cost: 8 giorni con meno di 750 euro

ISLANDA Low Cost  – 8 giorni con meno di 750 euro

ISLANDA LOW COST. Ma davvero sto affiancando il Low Cost al secondo paese più caro al mondo? E all’aurora boreale?! Beh, si. Se per un viaggio di 8 giorni a gennaio abbiamo speso un totale di 800 euro, penso che l’Islanda Low Cost esista per davvero!

Passiamo subito ai fatti. Come si fa ad organizzare un viaggio a budget ridotto in Islanda?

NB: Premetto che le magie non le so fare e che non svelerò nessun tipo di segreto o grande novità, tutto quello che sto per scrivere sono un po’ le regole base dell’organizzazione di un viaggio fai da te con qualche dritta in più per l’Islanda. Il viaggio si è svolto in inverno ma l’organizzazione vale anche per l’estate.

L’itinerario che abbiamo fatto copre la parte sud + la penisola Snaefelessness:

1. Italia – Reykjavik – Circolo d’Oro – Selfoss

2. Selfoss – Skogafoss – DC3 Plane Wreck

3. Skogafoss – Dyrholaey – Vik – Jokulsalron

4. Jokulsalron – Skaftafell – Skogafoss

5. Skogafoss – Secret Lagoon – Reykjavik

6. Reykjavik – West Fjords – Hraunfossar – Grundarfjordur

7. Snaefellesness penisola – Reykjavik

8. Reykjavik – Italia

In estate è possibile fare il giro completo dell’isola ma sarebbe abbastanza di corsa, meglio aggiungere qualche giorno.

Ecco a voi i principali passi seguiti:

  1. Creare un gruppetto

    Il mio principale consiglio per risparmiare è partire in compagnia in modo da dividere le spese ma anche da condividere questa bellissima avventura. . Le spese si abbasseranno a vista d’occhio se viaggerete in 4/5. Il numero perfetto sarebbe 5, occhio però ai bagagli e alla macchina che prenderete, in 5 serve più spazio. Iniziate ad organizzare il vostro viaggio non appena avrete creato il gruppetto. Ovviamente potete viaggiare anche da soli o in coppia ma annulliamo subito il discorso degli 800 euro. 🙂
    Fatto questo, concordate subito l’itinerario, è importante sapere che giro farete per poter procedere con la prenotazione del volo e degli alloggi.

  2. Il volo

    Si, noi abbiamo avuto una fortuna cieca. Volo diretto Roma – Reikjavyk con due bagagli, 165 euro. Probabilmente cose che capitano una volta nella vita visto che la Norwegian ha deciso di non volare più da Roma a partire dall’estate. Ad ogni modo vi consiglio di prenotare con anticipo e di giocare molto con le date, in media stagione (maggio/giugno o settembre) le tariffe normalmente si abbassano. Altrimenti considerate una media attorno a 300-350 euro a/r se prenotate con anticipo, altrimenti ad agosto lo potreste pagare molto di più.

    Totale volo a/r: 165 euro

  3. La macchina

    Siccome eravamo 5 persone, abbiamo deciso di affittare una macchina più spaziosa, una Subaru Forester 4×4. Normalmente per risparmiare va benissimo la Dacia Duster ma abbiate presente che i bagagli potrebbero non starci.
    La compagnia che abbiamo usato è la LOTUS, l’unica che al momento consentiva di stipulare l’assicurazione full, senza nessun tipo di franchigia. In fase di prenotazione dovrete aggiungere la polizza Platinum (per intenderci, qualsiasi cosa accada alla macchina verrà pagata dalla cassa assicuratrice). Se invece volete spendere meno e assumervi il rischio c’è anche la possibilità di fare un contratto con franchigia, cosa che sconsiglierei. Al momento della prenotazione vi verrà richiesto di pagare l’intero importo via carta di credito. Altrimenti potete pagare anche in loco, ci sarà un supplemento del 10% rispetto al pagamento anticipato.
    IMPORTANTISSIMO: La carta di credito usata per la prenotazione deve essere intestata al guidatore, diversamente rischierete di non poter ritirare l’auto.
    Vi ricordo che le prenotazioni hanno la cancellazione gratuita quindi se i vostri programmi cambieranno verrete completamente rimborsati.
    Sempre in fase di prenotazione potete aggiungere dei guidatori secondari nel caso in cui volete dividere la guida con gli altri passeggeri. Ovviamente ci sarà un supplemento. Noi abbiamo scelto di aggiungere un secondo guidatore, penso sia sufficiente.
    Una volta arrivati in loco ci vogliono pochissimi minuti per ritirare la macchina (bisogna prendere la navetta davanti all’aeroporto per arrivare all’ufficio della compagnia).

    Totale macchina per 8 giorni: 745 euro in totale/ 149 euro/pax, zero rischi

  4. Gli alloggi

    Tutti gli alloggi con stati bloccati con anticipo, cca 3 mesi prima (per l’estate cercate di farlo il prima possibile, anche molti mesi prima). Abbiamo scelto tutte strutture con cucina per avere la possibilità di prepararci i pasti (panini per la giornata e cene cucinate la sera). Consiglio appartamenti o cottages, io come al solito mi sono trovata benissimo su booking.com (Se prenotate tramite questo link riceverete uno sconto di 15 euro)
    I nomi delle strutture li trovate all’interno del racconto di viaggio.

    Totale strutture per 7 notti: 220 euro/persona

  5. Il cibo

    Quanto ci si ingrassa in un viaggio in Islanda? Almeno due chili se non siete abituati a mangiare pasta e panini tutti i giorni. ;-P Chili a parte, il discorso cibo è molto importante visti i costi spesso proibitivi anche al supermercato.
    Premetto che trovo abbastanza ridicolo portarsi il cibo in viaggio visto che una delle esperienze più belle quando si va alla scoperta di nuovi luoghi è assaggiare la cucina locale. Questo discorso però non vale per l’Islanda quindi il mio consiglio è si, riempite le valigie! Noi avevamo due bagagli a testa, ovviamente non li abbiamo riempiti di cibo ma essendo in 5 un trolley lo abbiamo riempito eccome! Tenete presente che c’è la possibilità di fare spesa, in particolare il supermercato Bonus (porcellino rosa) ha dei prezzi migliori ma non saranno mai i nostri prezzi. Potete tranquillamente comprare in loco pasta, pane, uova, latte, yogurt, legumi in scatola che hanno dei prezzi abbastanza normali mentre gli altri alimenti costano parecchio di più.
    Tengo a sottolineare che ognuno è libero di organizzarsi come meglio crede e che mi è capitato di sentire pareri contrastanti sul discorso cibo/spesa in loco. Noi siamo stati molto contenti della scelta fatta e se tornassimo indietro lo rifaremmo uguale.
    Cosa abbiamo portato? Salumi sottovuoto (2kg divisi in confezioni da 400 grammi – basta chiederlo al banco salumi e ve lo fanno-), formaggi (grana padano, pecorini vari, nessun problema per la conservazione, avevamo sempre il frigo), qualche pezzo di pancetta per i gustosissimi sughi di Lorenzo, concentrato di pomodoro, buste per il puré, tonno (ce lo siamo portati perché anche se quello islandese è più buono, costa sempre molto di più), cioccolato, frutta secca, the, qualche baratolo di sugo pronto, caffé, un po’ di bottiglie di vino e un paio di superalcolici (il costo di una bottiglia di gin parte da 50 euro). Le cose sono queste più o meno, per il resto abbiamo fatto la spesa e ce la siamo cavati con poco. I pranzi sono sempre stati al sacco e la sera abbiamo sempre cucinato, tranne l’ultima sera. Una bella esperienza soprattutto se troverete un bravo cuoco che cucina tutte le sere come è successo a noi. 😀

    Totale cibo per 8 giorni, compresa la spesa fatta in Italia: 96 euro/pax (meno che a casa!)

  6. Il carburante

    Si sa che la Subaru beve ma a dire il vero pensavo peggio.
    Abbiamo macinato più di 2000km e il costo totale della benzina è stato di 414 euro, 83 euro a persona per tutto il viaggio.

    Totale carburante per 8 giorni a persona: 83 euro.

    Altre spese:
    Ingresso alla Secret Lagoon: 27 euro, telo compreso. 🙂

    E questo è tutto, nero su bianco:

    Totale 8 giorni in Islanda: 740 euro

    A questo link trovate il racconto del viaggio giorno per giorno. Se avete dubbi, domande o semplicemente vi va di scrivere qualcosa, fatelo nei commenti, vi risponderò al più presto!
    Buon viaggio a voi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sara pubblicato