[cmsms_row][cmsms_column data_width=”1/1″][cmsms_text]

Perito Moreno è l’icona della Patagonia argentina ed il ghiacciaio più famoso al mondo.

Giusto per rendere l’idea:

– si parla della terza riserva d’acqua dolce al mondo, dopo l’Antartide e la Groenlandia

– ha una lunghezza di 30 km e una superficie di 250kmq

– ha un’altezza che supera i 60 metri fuori dall’acqua e una profondità che raggiunge i 700 metri

– grazie alle condizioni meteo che favoriscono le precipitazioni continue sotto forma di neve, il ghiacciaio avanza di 2 metri ogni giorno e di 700 metri all’anno

Ora che siamo convinti che sia un posto da non perdere, vediamo com’è possibile visitare questo gigante.

Il ghiacciaio si trova nella provincia Santa Cruz, nella Patagonia Argentina all’interno del Parco Naturale Los Glaciares (poi vi dirò perchè secondo me questo è uno dei parchi che vanno assolutamente visti e vissuti!)

L’aeroporto più vicino è quello di El Calafate. Se decidete di arrivare in aereo potete comprare con largo anticipo i vostri voli con le nuove compagnie low cost Flybondi o Jetsmart . Diversamente Aerolineas Argentinas ma i prezzi sono decisamente più alti.

Se arrivate dal Cile è possibile prendere un bus da Puerto Natales che in circa 6 ore vi porterà a El Calafate. Qui le info dettagliate.

Siamo arrivati a El Calafate, una citadina super turistica che vive grazie alla presenza del ghiacciaio Perito Moreno che dista a solo 80km dalla città. Da qui si possono organizzare tantissime escursioni, camminate sul ghiaccio, tour guidati, ecc.

Se non v’interessa camminare sul ghiacciaio (anche se è un’esperienza che consiglio), vi racconto come si fa per evitare i costi di un’agenzia:

Da El Calafate è possibile raggiungere il ghiacciaio in bus.

Tutti i giorni (Natale e Capodanno inclusi) ci sono dei transfert che portano direttamente all’ingresso delle passerelle in legno da dove si può ammirare questa meraviglia della natura. Lo spettacolo è unico, oltre ai rumori continui causati dalle rotture di ghiaccio all’interno, potrete assistere anche alle cadute di enormi blocchi che provocheranno delle onde importanti (tant’è che sentirete spesso il grido dei turisti: TSUNAMI, TSUNAMI! 😛 ) Le passarelle hanno una lunghezza di 5 km e nonostante si possano percorrere in poco più di un’ora, è molto facile passare molto più tempo ad ammirare la bellezza circostante.

I bus si prendono alla stazione di El Calafate (ce n’è una sola, 15 minuti a piedi dal centro), costano 460 pesos argentinos (dicembre 2016, sono accettati Pesos, Euro e Dollari.) e impiegano aprox. 1h20 per arrivarci.

Gli orari sono i seguenti:

– andata: 9h e 13h
– rientro: 16h e 19.30h

L’ingresso al parco è di 330 pesos per i turisti stranieri. Vi verrà chiesto se volete fare l’escursione di un’ora in barca (400p) prima di raggiungere le passerelle. Io l’ho fatta ma non la consiglio in quanto non ho vista nulla di diverso da quello che si è visto dopo.

Ricordate di portarvi il pranzo a sacco e magari un termos con the caldo.

Un ultimo ed importantissimo consiglio: copritevi bene! Le condizioni meteo cambiano velocemente e spesso fa freddo e tira molto vento.

Qua potete vedere il video che vi farà vivere una piccola parte di questa fantastica esperienza!

FOTO GALLERY:

[/cmsms_text][/cmsms_column][/cmsms_row]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *