Carnevale di Rio de Janeiro – 11 consigli da non perdere

Febbraio 2020, mancano pochi giorni alla partenza per il carnevale di Rio de Janeiro, il più famoso carnevale al mondo. Questa volta si ritorna, sempre in compagnia di Carol, la mia amica brasiliana ma anche di altri amici. Stiamo contando i giorni!

Il Brasile è pura gioia e le persone sono splendide ma sappiamo tutti che la sicurezza non è il suo forte. Per questo motivo Carol ha pensato di scrivere un piccolo vademecum su come comportarsi al carnevale di Rio e Salvador per riuscire a portare a casa solo bellissimi ricordi e voglia di tornare. Seguite questi consigli e difficilmente vi troverete in difficoltà!

Ecco cosa ci dice la nostra brasiliana di fiducia:

“Questi consigli valgono per il carnevale in particolare, quando la situazione è più intensa rispetto al solito. Poi fate come pensate sia meglio, io vi dò solo i miei consigli spassionati. Non state andando comunque in Afghanistan, è tutto bellissimo e pieno di gioia e a me non mi è mai successo niente di brutto in Brasile!

  1. IL CELLULARE
    Vi consiglio di portarvi un cellulare che se ve lo rubano, non piangete. Ovvero, se avete un cellulare costoso o semplicemente a cui tenete tanto, lasciatelo a casa e portatevene un altro. Starete anche più spensierati voi. Oppure portatevene due: uno per i giorni normali, se volete fare foto ecc, e l’altro da battaglia, per i giorni di carnevale.
  2. LE MAPPE
    Vi consiglio di scaricarvi un’app con le mappe (maps.me? google maps? come volete!) e uber. Questo perché non sempre i tassisti conoscono la strada, spesso gliela devi dire tu. Uber si usa moltissimo, non che manchino taxi di solito a Rio, che per altro costano molto poco, ma durante il carnevale spesso sono tutti occupati. Uber può salvarvi, soprattutto se non parlate la lingua ed evitate così non solo di essere fregati ma anche che sbagli strada (se non lo sapete su uber metti la destinazione e te lo dice la app quanto costa la corsa e l’autista sa già dove andare). Perdersi gli altri del gruppo è molto facile, consiglio che ognuno sia indipendente, quindi in grado di tornare a casa anche da solo, non farei affidamento al “dai, lo scarica tizio”. Magari non le userete mai o magari vi salverà la serata.
  3. DOVE TENERE I SOLDI E LE COSE DI VALORE
    Se avete quelle borse che si mettono sotto i vestiti tipo questa 

portatevela. Se non ce l’avete, la potete comprare facilmente a Rio per pochi soldi. Sconsiglio quella che si appende al collo e si mette sotto la maglietta perché più visibile e scomoda… quando dovete tirare fuori i soldi per pagare qualcosa poi la vedono tutti.


Oggetti preziosi, orologi belli, gioielli, o semplicemente oggetti a cui tenete tipo la collanina che vi ha regalato vostra zia al battesimo, vi consiglio di lasciarli a casa. 

4. LE SCARPE
Portatevi un paio di scarpe chiuse da battaglia, di preferenza da ginnastica. Durante il carnevale anche i brasiliani si mettono le scarpe chiuse, seguite il loro esempio!! Altrimenti potreste farvi male. Quelle stesse scarpe diventeranno uno schifo in poco tempo, quindi vi sconsiglio di portare delle scarpe a cui tenete particolarmente.

5. I SOLDI
Il Brasile è uno di quei paesi che le banche bloccano di solito se provate a prelevare senza avvertirli. Se non lo sapete già se siete abilitati, vi consiglio di verificare con la vostra banca. 

6. COME VESTIRSI
Farà molto caldo. Vi consiglio di portarvi vestiti leggeri. Di norma ai brasiliani non piacciono molto i vestiti. Donne sentitevi libere di sfoggiare con orgoglio la vostra cellulite con pantaloncini e vestiti corti, le brasiliane fanno così!

 Per gli uomini la maglietta di solito è un optional che pochi usano durante il carnevale. Vanno anche molto i costumi da bagno a mutanda, se volete proprio mimetizzarvi… 

Di contro ai brasiliani piace molto l’aria condizionata, taxi, metro, aerei, negozi ecc… Io di solito mi porto un pareo nella borsa ed è sufficiente per andare in giro (a Rio potete comprarne di bellissimi!). Per l’aereo… avremo i vestiti invernali con cui partiremo, secondo me bastano, non serve portare altro in valigia a mio avviso.

Cosa Fare e non fare a Rio ma soprattutto a Salvador durante il carnevale:

7. LE RISSE
Soprattutto per i maschi ma vale per tutti: se qualcuno vi pesta i piedi, vi spinge, cerca di rubarvi qualcosa, o vi imbruttisce, non rispondete. Porgete l’altra guancia. Non solo perché i brasiliani si accendono velocemente ma anche perché la polizia brasiliana deve contenere decina di migliaia di persone e fare in modo che fili tutto liscio (ci riescono molto bene, l’organizzazione è impressionante!), se vede due che si prendono a pizze in mezzo alla folla, prima gli menano loro e poi gli fanno passare la notte in carcere, così imparano. Non stanno a guardare chi aveva ragione o meno o a cercare di capire il perché… Sarebbe un peccato sprecare la notte in hotel che abbiamo pagato profumatamente!

8. A CHI CHIEDERE AIUTO
E’ vero anche che i brasiliani sono super esterofili, in quanto gringos sarete trattati con più rispetto e dolcezza, chiunque cercherà di fare di tutto per aiutarvi. Se per qualsiasi motivo vi trovate in difficoltà non esitate a chiedere aiuto ai passanti o alla polizia stessa (che quando non è in azione a smanganellare la gente sarà felicissima di aiutare un gringo). Anche se non parlate portoghese, troverete il modo di capirvi.

9. LA COMPAGNIA
Cercate di non stare mai da soli durante il carnevale, cercate sempre di rimanere con qualcuno del gruppo. Se vi ritrovate da soli e non riuscite a trovare gli altri, in attesa di ritrovarci, cercate sempre di rimanere in posti affollati e non isolati. Se vi allontanate con qualcuno, o vi “perdete” di vostra spontanea volontà… bè, ditelo a qualcun altro del gruppo! 

10. BACIARSI IN BRASILE
Il carnevale è la festa della gioia, della musica, del ballo… e del rimorchio. Per le ragazze: alcuni ragazzi potrebbero avvicinarsi e senza troppi indugi baciarvi senza che neanche ve ne accorgete (sì, con la lingua!). Magari un paio di volte vi fregheranno, dopo imparerete ad avere la prontezza di dire di no a quelli che non vi piacciono. Se ricevete attenzioni indesiderate, fate come le brasiliane che sono molto brave e decise a dire di no: imbruttiteli e se ne vanno. Se dite di no sorridendo, penseranno sia un “sì timido” e insisteranno. 
Per i ragazzi: non so come sia dall’altra parte… quindi non posso esservi di grande aiuto! Ma le donne brasiliane di solito sono più dirette e non troppo timide. 
Per le coppie: se vi tenete per mano, o state sempre molto vicini, nessuno ci proverà con voi o vi bacerà dal nulla. Di solito gli uomini brasiliani rispettano molto “la donna di un altro” (ahhh il patriarcato!), basta farlo presente e nessuno vi darà fastidio. Ricordarsi comunque il punto 1.

11. QUESTO NON è UN CONSIGLIO
Ci sono molti, moltissimi, gay e trans. A volte potrebbe sembrarvi di essere finiti in mezzo al gay pride. So che siete tutte persone aperte e rispettose e questa cosa non vi sconvolgerà ma mi è capitato di sentire più volte da più persone che erano andati al carnevale in Brasile che si erano meravigliati di questo fatto. Non so cosa possa cambiarvi che io vi dica questa cosa ma vi evito l’effetto sorpresa! 🙂 

12. MI SCAPPA LA PIPI
E’ vietato fare la pipì in giro per strada, se vi beccano vi fanno la multa. Ci sono i bagni chimici, usate quelli. Non sempre sono disponibili nelle vicinanze, quindi quando ne vedete uno, fate la pipì! Nascondervi in vicoli o andare in spiaggia al buio “dove non vi vede nessuno” è una pessima idea, ma questo perché di solito è dove stanno quelli che aspettano qualche idiota che ha avuto questa brillante idea per rubarli tutto in santa pace. Si beve molto, questo della pipì è un problema reale! hahaha 

Questo è tutto, ne sono certa che queste dritte vi aiuteranno a passare momenti indimenticabili e vi faranno venire voglia di tornare ogni anno per festeggiare il carnevale!
E ancora grazie a Carol per i suoi preziosi consigli!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *